L'Italia vista con gli occhi degli italiani

Sant’Antonio e le Farchie: il fuoco che salvò una città

In Abruzzo, nella provincia di Chieti, si rievoca un miracolo che attraverso un incendio salvò una piccola città.

Sant’ Antonio ha come attributo ricorrente il fuoco, tanto che in molte città e paesi, il 17 gennaio, giorno a Lui dedicato, si accendono grandi falò, alla fine dei rituali più diversi. A Fara Filiorum Petri, nei pressi di Chieti, ogni anno si festeggia il Santo, celebrando un miracolo col quale Egli salvò la cittadina dal tentativo di un’invasione alla fine del 1700. Il salvataggio avvenne grazie alla trasformazione degli alberi attorno a Fara, in fiamme alte e fitte, che impedirono il passaggio agli invasori. Per ricordare il prodigio le contrade del paese, stringono fasci di canne alti fino a 8 metri e larghi oltre un metro, detti farchie. Li annodano con rami di salice rosso, e al calar della sera li bruciano, ricreando l’atmosfera che salvò Fara. Osservando i volti di chi prepara la festa e vi prende parte attiva, si notano orgoglio, devozione, fatica e gioia, emozioni che si mescolano per dare vita a una celebrazione dell’identità e della cultura del posto.

Foto: Francesco D’Alonzo

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...