L'Italia vista con gli occhi degli italiani

Braccia prestate all’agricoltura » Reperti inaspettati

Intanto il lavoro procede: si decide di scavare tre ampi solchi nel quadrato che ospiterà l’orto. Facendo le buche ci si rende conto che la terra presente non è di buona qualità e che quella di bosco dei Castelli Romani portata da Michela sarà indispensabile. Probabilmente il terreno che riempie le aiuole proviene da cantieri edilizi, lo si capisce dai materiali che si trovano scavando anche pochi centimetri: mattoni, pezzi di metallo, mattonelle, chiodi…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.